Il Sole 24 Ore: ” Da Keros piattaforme su misura per lo shopping online di moda e beauty”.

 In press review

Un cliente può acquistare online due abiti, riceverli a casa o in negozio in due o tre giorni, poi rispedire indietro quello della taglia sbagliata, vedendosi restituire i soldi sulla carta di credito utilizzata per il pagamento. Il livello di complessità di un processo del genere, che agli occhi del consumatore oggi è abbastanza automatico, dal punto di vista dell’azienda che vende, è invece altissimo. Ma pochi se ne rendono conto».

Quattro anni fa Roberto Caffarone, esperto di software, ha incontrato per caso Leonardo Pecchioli, con alle spalle una carriera nel management di moda, e Marco Zuliani. Insieme hanno affrontato una questione importante: come gestire tutte le fasi del processo di vendita online, dal front end al back end, in modo verticale. E, successivamente, integrare le dimensioni online e offline.

Da questi ragionamenti è nata Keros Digital, che oggi sviluppa e distribuisce una piattaforma proprietaria, K-commerce, che può essere modulata e personalizzata a seconda delle esigenze del cliente. Il progetto è piaciuto, tanto che nel 2017 Keros Digital ha attirato l’interesse dell’imprenditore israeliano Teddy Sagi (Playtech), che ha rilevato la maggioranza della società.

Keros ha sede in Svizzera, nel Canton Ticino, ma ha una forte anima italiana. E ha in Italia la maggior parte dei propri clienti: «Siamo partiti subito dall’Italia – spiega Caffarone – perché è un mercato importante per il settore moda e non è ancora maturo sul piano, invece, dell’e-commerce, che ha tassi di crescita elevati. Oltretutto, la complessità della burocrazia italiana la identifica come una buona “palestra” per chi, come noi, si occupa anche della gestione della fatturazione e dell’Iva in diversi Paesi, oppure delle tassazioni doganali».

Tra i clienti di Keros, infatti, ci sono Benetton, ma anche Cisalfa Sport. Per il gruppo veneto, l’azienda ha ridotto la complessità dei processi di management, gestendo ordini e fatturazioni a livello internazionale e si occuperà dell’integrazione tra negozio online e store fisici. «L’omnicanalità va potenziata sempre di più – continua il manager – perché è un importante vantaggio competitivo nella “battaglia” con gli e-commerce puri. Valorizzando, per esempio, anche il fattore umano». Anche nel caso di Cisalfa Sport Keros ha lavorato all’integrazione dei canali di vendita (e dei magazzini), con un sistema che “pesca” dai punti vendita fisici per poi consegnare a casa l’acquisto online.

L’azienda, che non rilascia dati economici, ma che Caffarone si augura «crescerà a doppia, anche tripla cifra in termini di ricavi», si è progressivamente avviata a uno sviluppo internazionale: «Abbiamo aperto un centro di sviluppo a Kiev, in Ucraina, e una sede operativa a Londra. In Gran Bretagna abbiamo appena acquisito un cliente importante: il sito Everything5pounds».

L’obiettivo di Keros è espandere il proprio business in Europa, dove potrebbe aprire altre filiali già quest’anno: «I Paesi che ci interessano, anche per una questione di affinità linguistica, sono Germania e Francia. Poi c’è la Spagna, mercato che ha un’importante ricaduta su quello sudamericano». Il business ha portato Keros anche in Nord Europa: «Abbiamo appena acquisito nel nostro portafoglio clienti la società finlandese Lumene, che opera nel segmento beauty e che è passata direttamente dal wholesale all’e-commerce. Un segmento dal grande potenziale, sul fronte delle vendite online, e nel quale facciamo il nostro “debutto”». Tra gli obiettivi dell’azienda, anche la gestione dei processi B2B.

Per l’articolo completo clicca qui.

 

Recent Posts

Contact us now!

I agree to allow Keros Digital to store and process my personal data.*

You may unsubscribe from these communications at any time. For more information on how to unsubscribe, our privacy practices, and how we are committed to protecting and respecting your privacy, please review our Privacy Policy.